Lettera del Governatore Marcialis del mese di Ottobre

Emilia Romagna – Repubblica di San Marino Comacchio, 1 ottobre 2017

SVILUPPO ECONOMICO E COMUNITARIO

Carissime amiche ed amici rotariani

Ormai ho effettuato la metà delle visite ai club, ed ho trovato club molto impegnati, a loro devo dare il merito di un’intensa attività che ci consente di svolgere tanti services diversi ma tutti con un’unica finalità che è quella di fare la differenza per le persone che ricevono il nostro aiuto.

Devo inoltre ringraziare i presidenti ed i soci per la squisita accoglienza che hanno riservato a me e Flavia, con spirito di amicizia e convivialità, così come deve essere tra rotariani.

Questo mese l’attenzione del Rotary si rivolge allo Sviluppo economico e comunitario, perché i club devono definire ed avviare i loro programmi con le sempre più scarse risorse economiche a disposizione ed allora dobbiamo fare ricorso alla nostra fantasia e capacità professionale per trovare soluzioni e proposte operative per i nostri progetti.

Non possiamo dimenticare che noi siamo dei privilegiati, in quanto nati nella parte ricca del mondo: proviamo a pensare come potremmo essere se fossimo nati in un Paese povero dell’Africa o dell’Oriente. Certamente, quindi, questa semplice riflessione ci deve indurre a far sì che anche l’altra parte del mondo possa avere almeno il minimo per la sussistenza. Sappiamo quanto sia difficile riuscire ad aiutare quelle popolazioni sui loro territori, ma è un aspetto fondamentale ed il Rotary ha fatto e continua a fare tanto in questo campo.

Non possiamo poi dimenticare l’importanza dell’aiuto ai nostri giovani ed anche qui il nostro sodalizio si esprime in tanti modi diversi. Ad esempio, con l’aiuto alle Start-up. Lo vedremo all’IDIR, come un nostro imprenditore ha deciso di aiutare un piccolo gruppo di giovani ad inserirsi nel mondo del lavoro, proprio dando loro la spinta iniziale, certamente per loro farà la differenza.

Ma lo sviluppo economico passa anche attraverso la scuola e l’alfabetizzazione ed anche in questo campo possiamo fare molto. Ed ancora rimane basilare il rispetto per l’Ambiente, uno dei temi fondamentali proposti da Riseley. Senza un Ambiente sano e pulito non possiamo pensare di fare progredire il mondo.

Il 23 Settembre abbiamo svolto il SINS-SEFF, con circa 200 partecipanti e la presenza di tanti soci, anche nuovi, mi ha confortato perché dimostra come i rotariani del nostro distretto siano attenti alle nostre problematiche ed impegnati a conoscere meglio il nostro sodalizio.

Questo mese di ottobre ci vedrà coinvolti in alcuni appuntamenti molto importanti.

Ricordo per primo l’IDIR-SEFR (Istituto Di Informazione Rotariana e Seminario sulla Fondazione Rotary). Sarà una giornata molto impegnativa, il 21 ottobre a Pieve di Cento, nella bellissima cornice del museo di arte contemporanea (MAGI ‘900) fondato dal rotariano Bargellini di Cento.

Avremo modo di ascoltare i tanti presidenti di Commissione che presenteranno i loro progetti ed obbiettivi per l’annata. Mi auguro possiate essere numerosi, perché la conoscenza del Rotary e delle sue molteplici possibilità di interpretazione sono fondamentali per crescere come rotariani convinti.

Come ogni anno ci sarà, il 7 ottobre, il Premio Galilei a Pisa, giunto alla 56^ edizione. E’ un prestigioso premio internazionale che viene attribuito ad uno studioso straniero che ha valorizzato lo studio e l’attenzione alla cultura italiana ed un secondo premio ad uno studioso italiano che si sia distinto negli studi scientifici. Avremo anche, quest’anno per la prima volta, la premiazione di un giovane laureato del nostro Distretto, individuato dalla nostra commissione presieduta dal PDG Venturi.

Ricordo ancora il Convegno sull’Agro-Alimentare, a Bologna, il 14 ottobre, per affrontare il problema dello spreco alimentare. Avrete letto anche voi quali quantità di cibo e/o derrate alimentari vadano gettate ogni giorno per l’incapacità di gestire correttamente le tante risorse sia agricole che alimentari. E’ importante non abusare dei beni, perché ciò che io consumo come superfluo è quanto manca all’altro come necessario. Pensate che, ogni anno, ogni italiano butta via qualcosa come 65 kg di cibo per un valore di 360€.

Ancora un altro convegno, questa volta sul problema dell’Art Bonus: Arte come investimento, sempre a Bologna il 30 ottobre. In questo caso verranno approfondite le tematiche della nuova legge che consente detrazioni fiscali a chi fa donazioni alla cultura.

Ho tenuto per ultima, non certo per importanza, la giornata mondiale per la Polio, il 24 ottobre. Ogni club è invitato ad organizzare qualcosa in quella data per ricordare e sottolineare la gravità del problema e per poter raccogliere fondi al fine di debellare definitivamente questa terribile malattia.

I R.C. di Forlì ed altri club romagnoli organizzano proprio per il 24 ottobre, un incontro al Grand Hotel di Castrocaro Terme, con importanti testimonials.

Auguro a tutti voi ed alle vostre famiglie Buon Rotary

Un abbraccio

Maurizio

Copyright © 2017 Rotary Club Modena.