La serata del 25 marzo 2014

20140325_203527Il Presidente Marco Righi apre la serata sottolineando come anche questa sera continui la tradizione di avere come relatore un ospite interno. Prima però c’è da espletare un gradito compito, la presentazione di un nuovo socio, Matteo Panini, di cui il Presidente legge un breve curriculum. Mario Gambigliani Zoccoli presenta Matteo Panini, il quale, dopo alcune parole di ringraziamento, legge il giuramento rotariano.

Dopo avere ricordato il Forum Rotary Rotaract si sabato prossimo a Imola ed il Palio degli Aceti Balsamici Rotariani del 10 aprile, il Presidente passa la parola a Giuseppe Ferrari Amorotti, che ci intrattiene su “La gestione di una riserva di caccia della collina modenese : dalla lepre al lupo”.

La riserva in questione è quella di Puianello, fondata nel 1871, che si estende su una superficie di circa 1000 ettari nel territorio di 4 comuni intorno al Santuario di Puianello : i soci attualmente sono 16 divisi in tre squadre per tre zone di caccia, ogni settimana ogni squadra cambia zona. La caccia che si effettua è una caccia stanziale, la zona viene regolarmente ripopolata, qui gli animali nascono, vivono, si riproducono sullo stesso territorio. Gli animali presenti sono lepri, starne, fagiani, pernici, beccacce, si caccia con l’ausilio dei cani. Da una ventina di anni sono comparsi i cinghiali, che rovinano i campi e disturbano la selvaggina : sono comparsi anche cervi, caprioli e daini il cui abbattimento è autorizzato da parte della provincia. Ora ci sono anche tassi, istrici, volpi, faine, donnole e lupi.

20140325_215124Ma oltre l’aspetto venatorio, Giuseppe ricorda anche l’aspetto goliardico della gestione della riserva : dopo ogni battuta ci si siede a pranzo e si tratta di banchetti che si prolungano fino a pomeriggio inoltrato. Ed è qui che si fanno i processi : a chi ha clamorosamente mancato il bersaglio, a chi ha ucciso un animale che non poteva essere abbattuto, a chi ha colpito inavvertitamente un compagno di squadra, e così via. 

Giuseppe conclude il suo intervento ricordando alcuni episodi di caccia e non, aiutato anche dagli ospiti presenti, episodi che hanno visto protagonisti prima o poi tutti i soci della riserva, soci dai nomi conosciuti da tutti.

Copyright © 2017 Rotary Club Modena.