La conviviale del 19 novembre

Foto 19 novembreLa conviviale del 19 novembre 2013 si è svolta alla Secchia Rapita;  si è trattato di una riunione  per soli soci, con la presenza, però, di due ospiti: la dott.ssa Monica Giordani e la dott.ssa Maria Dionisia Corrado che fanno parte dell’Associazione Mozambico Onlus.

Novembre è il mese che il Rotary dedica istituzionalmente alla Rotary Foundation, e quindi Eugenio Boni, Presidente della Commissione per il nostro Club, al termine della cena, ci illustra i programmi e gli obiettivi che la Commissione si è prefissa per questo anno rotariano. Innanzitutto la Commissione seguirà i progetti del Club approvati lo scorso anno rotariano e in corso nel corrente. Tali progetti sono:

  • District Grant in Mozambico nella città di Queliname, a favore di portatori di deficit motori (paraplegici, emiplegici, antichi poliomielitici) in condizioni di completa indigenza; il progetto consiste nell’acquisto del materiale necessario alla costruzione di circa 30 carrozzelle, che verranno assemblate  nell’officina del Centro Ortopedico dell’Ospedale provinciale in cui lavora il medico missionario dehoniano Aldo Marchesini, con l’assistenza e la supervisione dell’Associazione Mozambico Onlus. L’importo del progetto è di 7.500 €, di cui 5.000 messi dal Club e 2.500 finanziati dalla RF.
  • District Grant per una borsa di studio in favore di una ragazza turca di 21 anni, che le permetterà di proseguire e portare a termine gli studi al conservatorio musicale bolognese “G. B. Martini”, da lei già frequentato con ottimi risultati negli anni 2011-2012 e 2012-2013. Partecipano al progetto, oltre al nostro Club, il R.C. Vignola-Castelfranco-Bazzano e il R.C. Castelvetro Terra dei Rangoni. L’importo del progetto è di 12.000 €, di cui 6.000 messi dai tre Club (R.C. Vignola 2.000, R.C. Modena 3.000, R.C. Castelvetro 1.000) e 6.000 finanziati dalla RF.
  • Global Grant La Lucciola Onlus, progetto per la ricostruzione dei locali danneggiati dal sisma del maggio 2012 del centro di riabilitazione “La Lucciola” a Stuffione di Ravarino (MO): tale centro si occupa del recupero di ragazzi affetti da disturbi fisici e mentali, impiegando un’innovativa terapia che consiste nel coinvolgere i ragazzi in lavori reali, quali la cucina, il giardinaggio, la pulizia della casa, il suonare musica e il seguire l’intero ciclo della produzione dell’aceto balsamico tradizionale.Al progetto partecipano 11 Club italiani e 4 stranieri, l’importo complessivo è di 125.200 $. Il nostro Club ha messo a disposizione 1.500 $, e il finanziamento complessivo della RF è stato di 68.400 $.

La Commissione poi dovrà individuare nuovi progetti da presentare nel corrente anno rotariano per l’approvazione e il finanziamento, e chiunque volesse, può fare segnalazioni.

La Commissione infine si sta impegnando affinchè nell’ambito dell’iniziativa “Ogni Rotariano, Ogni Anno” venga avvicinato l’obiettivo di 100 $ pro-capite per ogni socio, alzando il livello percentuale dello scorso anno, già ottimo, che era arrivato al 93%.

Dopo la sua presentazione, che potete scaricare cliccando su questo link  , Eugenio Boni cede quindi la parola alla dott.ssa Monica Giordani, dell’Associazione Mozambico Onlus, che per il nostro club segue il progetto delle carrozzelle in Mozambico.

Monica Giordani, con l’ausilio di un filmato ( che si può vedere cliccando sull’immagine sopra) e di alcune diapositive (scaricabili da questo link ; il file pdf è piuttosto pesante, per cui potrebbe richiedere un pò di tempo per il download: non abbiamo voluto comprimerlo per non perdere la qualità delle bellissime immagini), ci cala nella realtà di Queliname, città in cui si svolge il nostro service: tutti possiamo osservare le condizioni di estrema povertà e indigenza degli abitanti e di arretratezza del paese. Nel filmato, possiamo poi vedere l’officina meccanica dell’Ospedale, dove verranno costruite le carrozzelle con il materiale acquistato dal nostro Club, e i volontari dell’ospedale, che saranno guidati da Padre Aldo Marchesini, vecchia conoscenza del nostro Club, in quanto abbiamo già interagito con lui nel corso dell’annata di Claudio Tosti con un progetto che ci ha permesso di inviare allo stesso ospedale qualche centinaio di dosi di siero antirabbico. Padre Marchesini è il protagonista del breve filmato riportato sopra, attraverso il quale ci mostra come i tecnici ed i volontari saranno gli artefici della realizzazione. Inclusa nella presentazione di Monica Giordani è inclusa anche una lettera di Padre Marchesini al nostro Club, in cui egli ci esprime tutta la sua gratitudine.

Monica  Giordani conclude la sua significativa testimonianza facendo passare il filmato (che potete visualizzare cliccando sull’immagine sopra)  dei “grazie”(Obrigado!), cioè i ringraziamenti di tutte le persone di Queliname che hanno potuto usufruire di un aiuto da parte di Mozambico Onlus.

Al termine della conviviale si è riunito il Consiglio Direttivo, allargato ai Presidenti di Commissione.

Copyright © 2017 Rotary Club Modena.